Come dimagrire dopo le feste: Ecco le 10 diete più famose al mondo

Trovare la dieta giusta, che ci faccia stare bene, fisicamente e psicologicamente, e aiuti a mantenere il peso forma, è tutto tranne facile.

L’ideale sarebbe recarsi dal nutrizionista e farsi prescrivere un regime alimentare completamente adatto al nostro metabolismo, però questa è considerata una misura estrema e in generale è intesa come una soluzione temporanea (anche perché spesso veramente rigida).

La maggior parte di noi ha sperimentato con diverse diete, da quelle rinomate a quelle “fai da te”, e abbiamo avuto modo di vedere che con ognuno di noi funzionano in maniera diversa.

Come abbiamo già scritto, una dieta universale e miracolosa non esiste; l’unica soluzione è adottare in maniera definitiva uno stile di vita sano (più facile da dire che da fare).

Vediamo ora quali sono le diete più diffuse del mondo – le più seguite e considerate le più efficaci in termini di risultati. Forse ne trovate una che faccia per voi :)

  1. La dieta mediterraneadieta mediterranea

Questo regime nutrizionale, particolarmente salutare, si basa sulla cultura gastronomica dei paesi del Mediterraneo – Italia, Grecia, Spagna e Marocco. I cibi protagonisti di questa dieta sono cereali, frutta, verdure, legumi, pesce, carne, pasta, uova, latticini e olio (prediligere l’olio extravergine di oliva e simili ai grassi saturi quali burro). Si dovrebbe fare attenzione alle percentuali di nutrienti assunti (ad esempio, 50% di carboidrati, 20% di proteine e 30% di grassi).

  1. La dieta Dukan

Inventata dal medico francese Pierre Dukan, questa famosissima dieta consiste in 4 fasi e prevede l’assunzione di 100 alimenti, di cui 72 di origine vegetale e 28 di origine animale. E’ importante sapere che, anche se efficace, questa dieta è considerata pericolosa in quanto molto sbilanciata.

  • I fase (fase d’attacco) – 72 alimenti a disposizione, tutti a base di proteine
  • II fase (fase di crociera) – prevalgono sempre le proteine, ma vengono aggiunte anche 28 verdure
  • III fase (consolidamento) – man mano vengono introdotti gli alimenti vietati nelle prime due fasi
  • IV fase (mantenimento)
  1. La dieta Atkins

Inventata dal cardiologo Robert Coleman Atkins, questa diffusissima dieta nella sua prima fase prevede l’eliminazione dei carboidrati e verdure, che costringe il corpo ad usare i grassi e così avviene il dimagrimento.

  1. La cronodieta

Permette di mangiare quasi tutto, ma prescrive determinati orari per ogni tipo di cibo e non permette l’associazione di certi ingredienti. Ad esempio, gli alimenti quali pasta, pane e legumi vanno mangiati nella prima parte della giornata (quando i pasti dovrebbero essere abbondanti), mentre carne, pesce, uova e frutta possono essere consumati di sera. La frutta deve essere lontana da altri pasti.

  1. La dieta paleolitica / La dieta delle caverne

Si basa su un principio molto semplice – mangiare solo quando si ha fame, non tenendo conto di pasti tradizionalmente prestabiliti. E’ una dieta ricca soprattutto di carne, frutta e verdura, mentre gli alimenti quali pasta, pane, riso e tutti i prodotti trattati sono esclusi.

  1. La dieta del gruppo sanguigno

Questo regime dietetico è stato formulato dal medico Peter D’Adamo che sostiene che ad ogni gruppo sanguigno corrispondono determinati alimenti.

  • Il gruppo 0 – “cacciatori” – carne
  • Il gruppo A – “agricoltore” – alimenti vegetali e cereali
  • Il gruppo B – “nomade” – latticini
  • Il grupo AB – “enigmatico” – può combinare i cibi adatti ai gruppi A e B
  1. La dieta della luna

Anche se permette di perdere solo liquidi e quindi non è una dieta vera e propria, è un’ottima soluzione per chi vuole disintossicare l’organismo. Consiste nel non assumere niente tranne acqua, caffè e succo di frutta naturale in media 4 giorni al mese, determinati in base alle fasi lunari.

  1. “Zone diet”

Ideata dall’americano Barry Sears, questa dieta è molto popolare, anche se la sua funzione primaria non è dimagrante, ma quella di migliorare la salute psicofisica. Prevede un’assunzione precisamente regolata di carboidrati (40%), proteine (30%) e grassi (30%), prescrivendo anche un regolare esercizio fisico e integrazione di Omega 3.

  1. “Weight Watchers” (Controllori del Peso)

Perché insieme è più facile 😉 Chi segue questa “dieta”, frequenta un gruppo motivazionale di supporto. La dieta stessa punta all’adozione di un regime alimentare bilanciato e alla riduzione dell’apporto calorico.

  1. Il crudismocrudismo

Sempre più diffusa, la dieta “raw food” consiste nel consumare alimenti crudi e non lavorati. Il cibo non trattato termicamente aiuta la digestione, grazie agli enzimi digestivi naturali di cui invece viene privato durante la cottura. Questa dieta comporta dei rischi in quanto la cottura spesso serve a eliminare la presenza di tossine o di microrganismi patogeni.


INSALATA DI SPINACI PROTEICA E VELOCISSIMA – VIDEO RICETTA RAW FOOD (CRUDISMO) – di CBE by Isidro Don